24 gennaio 2007

5 cose che non sapete di me

Bene bene, questo è un MEME coi fiocchi per una riservata come me... Uhm, devo scrivere 5 cose che non sapete di me. Ci ho pensato bene. Mica vado a scrivere cose private, posso scrivere semplicemente cose che magari agli altri possono sfuggire. Quindi partecipo anch'io con cinque cose che mi appartengono...buona lettura!

1
. Violino &co

Mia madre mi ha raccontato che da piccolissima non potevo sopportare il suono del violino, della fisarmonica e...dell'armonica. Appena sentivo il suono di uno di questi strumenti, scoppiavo a piangere. Incredibile, di tutto ciò non mi è rimasto assolutamente nulla...non è, che so, che mi sia rimasto un qualche odio verso questi strumenti. Anzi, adesso non mi dispiacciono proprio. Che mistero.

2. Mancina Appartengo alla minoranza dei mancini. Fortunatamente da piccola non ho ricevuto forzature nel "correggere" (ma di cosa poi) la mia mano preferita. Eppure, forse sono una mancina anomala. Per scrivere e disegnare utilizzo esclusivamente la sinistra. Mi servo di questa mano anche quando faccio qualcosa di istintivo, senza rifletterci (tipo aprire una maniglia, prendere il telefono, lavarmi i denti). Ci sono attività che mi vengono naturali con la destra. Cavatappi, scope e moci per pavimento, coltelli, forbici e pinze! La cosa più strana è che quando lavoro il rame o altri fili metallici non uso mai la sinistra. Tutte le forme le faccio con la pinza a destra. Dico strano anche perché prima di procedere al lavoro colle pinze faccio uno schizzo a matita su un foglio. Con la sinistra.

3. Pizza e focacce

Se potessi nutrirmi di un solo alimento, quello sarebbe la pizza. E perché no, non disdegno neppure le focacce. Amo tantissimo questi due cibi! Se passo in un panificio e sento odore di pizza appena sfornata, ne compro una o a volte mi allontano. Se avanzano dei tranci della pizza della sera prima, li mangio per colazione...

4.
Viola

Alla faccia dei superstiziosi, il mio colore preferito è il viola in tutte le sue sfumature. Possiedo molti capi d'abbigliamento di questo colore e perfino le pareti della mia stanza sono di un tenue lilla.
Cromoterapia docet: il viola ha una grande influenza sul sistema nervoso.

5. Rubinetti

Non sopporto i rubinetti chiusi male o che perdono acqua. Con altrettanto fastidio non tollero l'acqua aperta inutilmente, tipo quelli che vanno a bere alla fontana e (con la speranza di fare un lago?) non chiudono il rubinetto. Giuro, istintivamente mi viene di chiuderlo. Non sopporto nemmeno le luci accese quando non c'è nessuno nella stanza o quando c'è sole.

11 commenti:

Yari ha detto...

Manca il numero 3!

miss piperita ha detto...

Che sbadata! Rimedio subito.

DoodleMarti ha detto...

Ciao!!!Ehssì, hai colto nel segno..quel che sembra un'illustrazione, in realtà lo è!! Ma sono un'illustratrice ancora non pubblicata...cercherò di farmi spazio fra i libri prima o poi!!
Bello il tuo blog, hai una sensibilità unica!

lophelia ha detto...

:)anch'io sono mancina! a parte nell'usare il mouse.

Cilions ha detto...

Adesso odi le trombe?
Spero di no;)

Gala ha detto...

Anche tu sei stata presa da questa catena??? Benvenuta nel club!
Comunque anch'io adoro il viola, è semplicemente un colore fantastico!

Buona giornata!!

clamilla ha detto...

Ciao, ho visto il tuo commento sul mio blog ieri, ti avrei ringraziata prima se Blogger non fosse andato in tilt!!!!
Dò un'occhiata in giro, carino quì!
Martina

walter ha detto...

anch'io non sopporto gli sprechi di acqua e luce... anche in ufficio quando i colleghi lasciano la luce accesa e siamo tutti a pranzo, spesso torno indietro e spengo...

dalianera ha detto...

Condivido in pieno quella dei rubinetti che perdono acqua... che qualcuno li chiuda o perdinci, li stramaledica. :-)

Bruno ha detto...

Anch'io amo il viola e sarei mancino, o meglio... ambidestro. Infatti, ho sempre usato la destra (forse mi hanno sempre obbligato ad usarla), finchè un giorno mi ruppi il polso destro e riuscii a scrivere con la sinistra, senza trovare particolari difficoltà. E non solo: ho scoperto perfino di saper scrivere scorrevolmente con la sinistra al contrario, ovvero da destra verso sinistra e per poter leggere ciò che ho scritto, si deve guardare il foglio in controluce!
Credevo che fosse una cosa normale, ma mi dicono di no... Quindi, sarei anche anormale!(sigh!) 8-0
Ciao!

Anonimo ha detto...

a me invece mi hanno abbligato a scrivere con la destra poi un giorno , come te, mi sono fatto male al polso ed o cominciato a scrivere con la sinistra, ma, quando sono guarito è continuata la destroterapia , eal che , ho cominciato a scrivere i 3 e 5 a rivescio, oggi sono un destro con una calligrafia orribile e guido, parlo al telefono, con la sinistra.